Le strane Feste del Pianeta Macaron

Sul mio Pianeta natale, in questo periodo dell’anno, si festeggia il compleanno di un Pezzo Grosso che nessuno ha mai visto, tanto che molti lo considerano soltanto un mito; ma non importa: è una buona scusa per una bella partita a poker 4D (cioè di solito i tuoi soldi partono per una quarta dimensione). Altre lodevoli tradizioni sono la Settimana della Pigrizia, in cui il popolo solitamente operoso si concede un sano ozio mentale e fisico, la Meditazione su una coppa di Succo di Carota Stravecchio di Kristalla e lo Stop Temporaneo della Prodigalità: per un intero mese ci si astiene da compere e regali, per far riposare l’intero Settore Commerciale e consentire autentici rapporti di solidarietà intraspecie, non contaminati da interessi materiali.
Il povero Pianeta Macaron, invece, è messo proprio male. Nello stesso periodo, per uno strano sovvertimento dei concetti di Festa, Benessere e Bontà, tutti quanti sono presi da una frenesia collettiva di lavoro, superalimentazione, spostamenti frenetici, acquisti ancora più frenetici. Famiglie di solito serene si spaccano su chi deve cucinare il Mastodontico Tacchino e con chi bisogna consumarlo; teneri pargoli vengono martellati da pubblicitari avidi perchè chiedano sempre più giocattoli, fino al plagio; condomini che neanche si salutano si scambiano calorosi quanto falsi abbracci per le scale, con aumento vertiginoso della pressione arteriosa e delle gastriti; lavoratori che di solito tirano a campare dignitosamente si svenano per regalare all’odiata suocera il ventesimo Tritatutto Superaccessoriato. Anche il lavoro, di solito non uno dei punti di forza dei Macaroniani, diventa un assillo e un’ossessione, con scadenze da rispettare, segretarie da premiare, illustri clienti da omaggiare. Insomma, un inferno. Aggravato dalle Obbligatorie Libagioni della Santa Settimana dello Strafogamento, durante la quale si consuma il quantitativo di cibo che basterebbe a sfamare il povero e sfortunato Quarto Pianeta, che a pochi milioni di chilometri langue nell’inedia. Ma tant’è. I Macaroniani mandano un piccolo cargo spaziale con qualche scatoletta ammuffita sul Quarto Pianeta, e sono tutti contenti.